Pubblicati da Andrea Petrini

,

VINerdì IGP: Tenuta di Saragano

 Sagrantino di Montefalco DOCG 2012 Non sono un amante del genere, soprattutto se bevuto in estate, ma questo Sagrantino di Montefalco, da viti piantate a 500 metri, la massima altitudine in tutto il comprensorio della DOCG, è assolutamente sorprendente per croccantezza di frutto, freschezza ed eleganza grazie ad una perfetta fusione del tannino all’interno del […]

,

VINerdì IGP: Isolabella della Croce

“Bricco del Falco” Pinot Nero Piemonte DOC 2014 A Loazzolo, nell’Alta Langa Astigiana, terra della più piccola DOC italiana, esiste un visionario ovvero quel Luigi Isolabella della Croce che ha capito perfettamente che il “suo terroir” gli permetteva di dar vita ad un pinot nero di eccellenza. Questo Bricco del Falco 2014 ne è la […]

, ,

IGP: La giovane Irpinia di Villa Raiano

“Terra fertile l’Irpinia, terra di acqua e di vino, figlia del Lupo, orgogliosa delle proprie tradizioni e della sua storia. Orgogliosa come noi che in questa terra, nella nostra terra, abbiamo deciso di portare avanti l’attività di famiglia”. Così si presentano Brunella e Federico Basso, la nuova generazione che prenderà col tempo le redini dell’azienda […]

,

VINerdì IGP: Cantina Emanuele Ranchella

AD DECIMUM 2018 Emanuele Ranchella, senza troppo clamori, ha dato vita a questo bianco (malvasia puntinata, trebbiano verde e trebbiano toscano) di affascinante aderenza territoriale grazie ad una prorompente sapidità gustativa che richiama il territorio vulcanico dei Castelli Romani che finalmente vengono valorizzati e non svenduti con prodotti commercialmente infimi. Evviva! Andrea Petrini

, , ,

IGP: SanVitis: nuova linfa nel vino del Lazio

Il Lazio, fortunatamente, negli ultimi tempi sta cercando di reagire ad una certa “staticità enologica” che lo ha caratterizzato per anni grazie ad un forte passaggio generazionale che ha portato tanti giovani alla guida delle aziende vitivinicole di famiglia gestite un tempo dai loro padri. Non solo. Questo nuova dinamicità del comparto vitivinicolo del Lazio […]

,

VINerdì IGP: Simone Scaletta

Langhe Nebbiolo D.O.C. Autin ‘d Madama 2007  Una bottiglia, un ricordo, il mio primo viaggio nella Langhe. Autin ‘d Madama 2007 ha subito tre traslochi, è rimasto in cantina per anni, senza troppe coccole. Lo apro, a sorpresa è ancora splendido nei suoi terziari appena accennati, puro succo di Monforte d’Alba, la terra dove vive […]

, ,

IGP: Grandi vini italiani

Erbaluce di Caluso “13 Mesi” di Favaro alla prova del tempo Parlare di vino del Canavese, attualmente, non è assolutamente facile sia a causa di una comunicazione che solo da poco tempo sta decollando sia, soprattutto per i vini bianchi, a causa di una qualità media altalenante che spesso e volentieri non riesce a mantenere […]

,

VINerdì IGP: La Visciola

Cesanese del Piglio Priore Vignali 2009 Il Vignali, assieme al Ju Quartu e al Mozzatta è uno dei primi Cru di cesanese gestiti in biodinamica da Piero Macciocca e sua moglie. La bottiglia l’ho presa nel 2009 con la promessa di aprirla dopo 10 anni. Risultato? Questo vino, posso dirlo pur non essendo un esperto […]

, ,

IGP: Nizza Docg, ovvero quando la barbera è grande

I produttori del Nizza li conosco da molto tempo, assieme a Daniele Chiappone, Gianluca Morino e Gianni Bertolino oggi attivo Presidente dell’Associazione Produttori del Nizza, ho degustato in tempi assolutamente non sospetti i loro vini che, lontani dal riconoscimento della DOCG, già svelavano un carattere unico ed indissolubile tra territorio di elezione, ovvero le colline […]