Pubblicati da Stefano Tesi

, ,

Garantito IGP: “Non serviamo fiorentine ben cotte”

In Toscana la ciccia è una faccenda parecchio delicata. Non tanto in termini di body shaming, come oggi potrebbe sembrare andando dietro al politicamente corretto, ma proprio in termini di carne. La cui regina è ovviamente la bistecca, ossia la cosiddetta fiorentina. Che però non esaurisce affatto il novero delle cicce toscane e dell’arte di […]

, ,

InvecchiatIGP: Terlaner Rarity 2008

Sono sempre stato affascinato dai vini bianchi da lungo affinamento della Cantina di Terlano. Questo dell’annata 2008 è un Alto Adige Terlano Doc fatto con l’85% di Pinot Bianco, il 10% Chardonnay e il 5% Sauvignon Bianco (la Terlaner Cuvée), prodotto come sempre col metodo inventato da Sebastian Stocker, storico enologo della cantina. Fu lui […]

, ,

VINerdì IGP: Terre de La Custodia

Un vino in 300 battute Rubium Montefalco Rosso Riserva doc 2015  Bisogna sempre fidarsi delle stappature istintive. Coi primi freddi, questo rosso preso al volo in cantina, strutturato e polposo ma niente affatto noioso né invadente, dal gradevole aroma di resina, ha allietato una robusta cena e piacevolmente accompagnato la successiva conversazione. Stefano Tesi

,

VINerdì IGP: Casale dello Sparviero

Un vino in 300 battute Chianti Classico docg 2019 (bio) In quest’afoso luglio, se bevuto appena più fresco si fa dissetante e mantiene tutta la sua invitante fragranza, senza perdere nulla dell’agile robustezza. Scaldandosi un po’ la mammola si arrotonda, l’alcool emerge e il sorso si arricchisce, ma con la bella naturalezza del compagno ideale […]

, , ,

Garantito IGP: Monterosola

Chi fa questo mestiere non deve mai fermarsi alle apparenze, anche se a volte queste sembrano messe lì per non farti guardare oltre. Non è certamente il caso di Monterosola, l’azienda volterrana che sono riuscito a visitare qualche settimana fa dopo infiniti tira e molla pandemici. Sebbene anche qui, a fianco del vino, di cose […]