Pubblicati da Carlo Macchi

,

IGP: Lo Scoglietto a Rosignano

Un gran posto, anche con la nipotina in braccio Fare il nonno è una cosa meravigliosa, farlo allo Scoglietto a Rosignano, in una calda (ma non troppo) giornata d’estate ti porta direttamente nel Nirvana gastronomico del nonno. Non penso di dire niente di nuovo se affermo che Claudio Corrieri abbia creato non un locale ma […]

,

VINerdì IGP: Tenimenti d’Alessandro

Toscana IGT Viognier 2019 Solo la dizione francese  Vionier  con la “r” accennata, può ingentilire il termine  viognier  e solo una gran mano e un terreno adatto possono dare l’esplosione di frutto (agrumi, albicocca, pesca) e la perfetta grassezza a un vitigno che poche volte ho trovato così meravigliosamente  espresso. Buonissimo! Carlo Macchi    

IGP: Nasce la prima guida vini in diretta (e non solo)

Sembrano  passati secoli da quando gli appassionati di vino aspettavano novembre inoltrato per conoscere i risultati dell’unica guida vini allora sul mercato. Il web ha velocizzato tutto (oltre ad aver stravolto anche lo stesso concetto di guida vini) e ormai  i risultati degli assaggi di qualsiasi guida vengono prima pubblicizzati prima sui social e poi […]

,

VINerdì IGP: Barale F.lli

Dolcetto d’Alba Le Rose 2015 Una vigoria aromatica incredibile! Frutta nera, ciliegia e note vinose e speziate come un fresco dolcetto d’annata. Tannino leggermente accennato in una bocca piena e rotonda. Una Sorpresa con la “S” stramaiuscola da un produttore storico che non considera certo il Dolcetto il suo vino di punta. Carlo Macchi www.baralefratelli.it […]

,

IGP: Per ultimi dopo gli ultimi

Dalla lunga serie di interviste che Winesurf ha fatto in questi giorni ai presidenti di molti consorzi italiani esce un quadro tra il desolante e il tragico. Visto che “La vigna non si può spengere” e  fra poco più di 4 mesi saremo in vendemmia, la stragrande maggioranza delle cantine italiane si ritrova ad avere […]

,

VINerdì IGP: Selvapiana

Chianti Rufina 2018 Un sangiovese che mostra il garbo vellutato di annate più calde senza derogare al suo carattere austero. Profumi classici, nettissimi e complessi. Mi ha fatto esclamare: “Ma come è buono!” Questo Chianti Rufina più che la quadratura del cerchio è la rotondità del quadrato, venduto a prezzo troppo basso. Carlo Macchi  

, , ,

Garantito IGP: Monterotondo

Dove il Chianti Classico si guarda dall’alto I confini disegnati dagli uomini sono per definizione soggettivi, mentre quelli tracciati da madre natura risultano invece profondi e reali. In molti casi Quest’ultimi sembrano parlare  agli uomini, consigliandoli o sconsigliandoli a superarli. L’uomo può poi decidere come vuole, spesso a suo rischio e pericolo. Lo pensavo mentre […]

,

VINerdì IGP: Franchino

Gattinara 2014: Una certezza! Appena arrivato in Alto Piemonte mi sono cimentato con un sontuoso bollito. Forse non era l’abbinamento ideale ma il Gattinara 2014 di Franchino mi sfrucugliava troppo. Annata tragica ma il vino l’ha superata alla grande, con uno slancio austero e una tannicità ruvida ma “figlia della vendemmia”.  Una certezza! Carlo Macchi […]

, ,

IGP: Poggibonsi caput mundi del Cacciucco

I livornesi e tutti quelli che si sentono chiamati in causa sulla primogenitura del Cacciucco stiano tranquilli.  In questo articolo non vogliamo ATTENTARE alla maternità cacciucchesca  ma solamente  prendere atto di uno sviluppo geografico, mooooooooooolto positivo (almeno per me) che questa storica zuppa di pesce ha avuto. Nessuno infatti nega che abbia natali labronici, che […]

,

IGP: Il Moro a Capriata d’Orba

INDISPENSABILE PREMESSA: questo articolo, programmato e impaginato da tempo, esce purtroppo a pochi giorni dall’alluvione con vittime che ha colpito proprio Capriata d’Orba. Per ragioni tecniche ci è impossibile sostituirlo e pubblicarlo in tempi più opportuni.  Il piacere gastronomico di Piemonte e Liguria Sarà un caso, ma tutte le volte che arrivo a Capriata d’Orba […]